• France, EUR | IT
  • + Aggiungi evento
  • ingresso
    Paris, + 50 km
    principale / eventi / Variation Épicènes
    Variation Épicènes

    Variation Épicènes

    MUSEUMS
    16 rue Charles VII 94130 Nogent-sur-Marne
    Nogent-sur-Marne
    Find in other city
    Date and time
    descrizione
    Foto e video
    sede

    orario «Variation Épicènes»

    10
    nov
    martedì Ma-00:00
    nov, 2020
    nov 10 Ma-00:00
    00:00
    16 rue Charles VII 94130 Nogent-sur-Marne  ?
    Villa de Beauté, 1, 94130, Nogent-sur-Marne, Île-de-France, France

    descrizione

    Curatore: Vanina Pinter Graphics Season Artists: Margaret Gray, Catherine Guiral, Anette Lenz, Fanette Mellier, Marie Proyart, Susanna Shannon e Sylvia Tournerie Attivando la creazione contemporanea in una snodo originale di Kevin Cadinot e attraverso proposte grafiche di Audrey Templier e Julie Rousset, il viaggio della mostra intreccia tre approcci - laboratorio di progetto, società di documentazione, costellazione di riferimenti - per proporre una risposta aperta e non autoritaria pensare ad una mostra collettiva di graphic designer femminili. Epicene Variations non è un panorama, ma piuttosto un'apertura su una fornitura inesauribile di opere che dovranno essere più documentate e archiviate in futuro. La mostra è costruita intorno ad un intreccio di tre percorsi continui, tre cornici di riflessi per favorire possibili variazioni. Questo processo di lavoro, raramente stabilizzato, lascia il posto a fuori campo, a squilibrio, in modo da non conformarsi a una singola "griglia di visione". Modi diversi, quindi, per rivelare le voci in azione. Il primo fotogramma si concentra su (quasi) sette progetti di sette grafici autrice. Ognuno di questi progetti al piano terra dello spazio espositivo ci permette di andare dietro le quinte di un laboratorio intellettuale, poetico, formale; comprendere le ore di ricerca a monte. Come ha fatto un graphic designer a comporre, modificare, osare? In che modo i grafici hanno creato un atto culturale? Ogni progetto distribuisce problemi, competenze tecniche, una metodologia di lavoro in un contesto e una specifica attenzione al pubblico. Ognuna testimonia una visione del design. Ai visitatori verrà chiesto di adattarsi a un'elasticità di comprensione con ogni cambiamento di progetto. Ognuno di essi sperimenterà la molteplicità del design grafico, la sua eterogeneità e i suoi molteplici campi di applicazione. Si tratta quindi di immergersi nell'intensità del lavoro di Sylvia Tournerie per Arte, Anette Lenz per il Le Havre Choreographic Centre, Marie Proyart con e per Dominique Gonzalez-Foerster, Susanna Shannon per i Fronts de Libération, Margaret Gray per gli Archivi diPartimentali del Basso Reno, Catherine Guiral per Theory e Fanette Mellier per il suo piccolo libro Matriochka. Tutti sviluppano produzioni culturali indipendenti e critiche. La sala al piano superiore si presenta come un'anticamera presso la fabbrica espositiva o presso la fabbrica della storia. Si pensava a metà strada tra l'armadietto della documentazione e la sala di ribaltamento. Consolida la conoscenza e aggiunge altri punti di vista. Si propone di essere un pezzo di preparazione in costante cibo dove altri grafici affermano il loro know-how e contributo (Atelier 25- Capucine Merkenbrack e Chloé Tercé, Aurore Chassé, Agnès Dahan, Claire Huss, Maroussia Jannelle, Clémence Michon, Lisa Sturacci). Il terzo percorso collega l'intero. Deve la sua costruzione ai "ciottoli" accumulati nel corso degli anni, a Virginia Woolf, Francoise Collin, Monique Wittig, Christa Wolf, Joyce Carol Oates, Carla Lonzi... così come gli scambi con grafici dal 2001. Questo terzo dipinto è simile a una costellazione sussurrante. Questo percorso simbolico di donne contribuisce, tra punti di riferimento impercettibili e pilastri fondamentali, a sostenere una storia di design grafico plurale. Graphic designer è una parola epicene. Epicene: adj. la cui forma non varia in base al sesso. Epicene Variations si concentra sui processi di emersione del progetto, sulla pratica dei grafici autrice, al lavoro. Sabato 12 settembre, dalle 14.00 alle 19.00: Apertura